Isernia. Open day al liceo Artistico “Giuseppe Manupella”

“Io credo che una foglia d’erba non valga affatto meno della quotidiana fatica delle stelle. E la formica è altrettanto perfetta, come un granello di sabbia, come l’uovo di uno scricciolo. E la piccola rana è un capolavoro pari a quelli più famosi. Ed il rovo rampicante potrebbe ornare i balconi del cielo. E la giuntura più piccola della mia mano qualsiasi meccanismo può deridere”.
( Walt Whitman- Foglie d’erba)

Di Silvia De Cristofaro

Agli studenti del liceo artistico “Giuseppe Manuppella” di Isernia è data un’importante opportunità: quella di frequentare con emozione gli anni della loro adolescenza acquisendo, durante un interessante quinquennio, competenze, abilità, conoscenze dell’arte che nella progettazione didattica offerta ed illustrata durante l’ultimo open day organizzato dalla scuola centenaria ( con Regio Decreto risalente al 1908, veniva istituita una Regia Scuola d’ Arte applicata all’industria) racchiude un bagaglio di saperi fondamentali e di metodologie indispensabili per la crescita culturale dei nostri ragazzi.

Le diverse discipline forniranno a chi appassionato di disegno, di storia dell’arte e delle materie di impronta artistica, una preparazione adeguata anche nelle materie cosiddette tradizionali (lingua e letteratura italiana e straniera, filosofia e storia e discipline dell’ambito scientifico, per intenderci) permettendo allo studente di esprimere liberamente la propria creatività. Il primo biennio- come ha puntualizzato la dirigente Maria Teresa Vitale – è caratterizzato in prevalenza dall’acquisizione di discipline grafiche e pittoriche che sono finalizzate a fornire competenze per dare espressione alla propria creatività ed alla capacità progettuale nell’ambito del linguaggio artistico. Nel corso di questi primi due anni i ragazzi affronteranno argomenti riguardanti le tecniche ed i meccanismi delle produzioni e del linguaggio delle immagini, del disegno, comprendendone i principi legati alla strutturazione, alla composizione, all’utilizzo dello spazio.

liceo Artistico "Giuseppe Manupella"

A caratterizzare il liceo, la presenza di laboratori in cui gli studenti vengono coinvolti nelle discipline scultoree, grafiche, pittoriche e geometriche per raggiungere la consapevolezza che queste arti sono “linguaggi che richiedono rigore tecnico ed esercizio mentale”. Modellazione, intaglio, scultura, disegni geometrici, tecniche sul colore e sulle forme, gli studenti vengono costantemente abituati- come aggiunge ancora la dirigente Vitale alla progettualità.

Il Manuppella attrae dunque per la sua offerta di formazione tanto da registrare richieste di iscrizione anche da studenti di zone più distanti come l’hinterland delle cittadine di regioni (Lazio, Campania ed Abruzzo) confinanti col Molise. Il successivo triennio prevede lo studio a scelta di indirizzi riguardanti i design di Ceramica e decorazione, di Moda, di Architettura ed Ambiente, dei Metalli e dell’oreficeria. La sezione di ceramica- come ha spiegato Christian Sacco, docente di Progettazione e laboratorio di ceramica- presenta materie di studio incentrate sulla progettazione e la realizzazione di manufatti con l’utilizzo del tornio per acquisire le tecniche tradizionali della forgiatura e quelle della decorazione architettonica e dell’arredo.  

liceo Artistico "Giuseppe Manupella"

Il design Moda – come ha illustrato Gina Fortine, docente in Discipline progettuali per il design Moda- fornisce allo studente una competenza metodologica e progettuale finalizzata all’acquisizione della creatività nel campo della moda grazie allo studio di materiali, di tecniche stilistiche, di disegno con la realizzazione di abiti ed accessori per comprendere al meglio il settore del Made in Italy che mai tramonta, soprattutto all’estero.

Il corso di Progettazione e laboratorio di Architettura e Ambiente è basato sulla comprensione del disegno, delle tecnologie informatiche legate all’architettura. Il professor Pasquale Mastrobuono evidenzia l’importanza di apprendere metodologie che insegnano allo studente le tecniche di costruzione di prototipi e di modelli in scala. La progettazione, invece, legata al design di metalli dell’oreficeria ha interessato l’azienda Bulgari che segue gli studenti che si specializzano in questo settore che utilizza un sistema denominato “Rhinoceros”, un software applicativo commerciale per la modellazione 3D di superfici sculturate per lo studio di schizzi e modellazione.

liceo Artistico "Giuseppe Manupella"

Da diversi anni il liceo svolge una collaborazione attiva con la scuola di alta oreficeria post diploma e laurea all’interno del centro orafo il Tarì di Marcianise . Il liceo artistico “Manuppella” vanta sul territorio un corso, realizzato dal professor Valentino Robbio, di potenziamento di fotografia creativa all’interno degli insegnamenti in discipline pittoriche. L’entusiasmo per una scuola, che ti permette di esprimere il tuo talento, testimoniato da due studentesse quattordicenni del biennio Melissa e Ludovica, fa ben sperare in una crescita del nostro territorio sull’offerta di studio che è doverosa nei confronti di queste belle generazioni.