Lun. Nov 28th, 2022

Vittoria ad “High school game”, contest a quiz per studenti delle superiori, dell’istituto “Virgilio” di Mercato San Severino (SA)

L’istituto campano ha ottenuto il “primo trofeo settimanale” il 13 marzo scorso. Le gare sono ancora in corso, fino al 31 marzo prossimo

Grandi e brillanti risultati – come sempre, in molteplici campi – sono stati conseguiti (appunto in vari ambiti educativi e/o sportivi e/o riguardo categorie extracurriculari) dall’Istituto di Istruzione Superiore “Publio Virgilio Marone”, Mercato San Severino (Salerno). Un’attiva e prestigiosa realtà scolastica del comprensorio salernitano, sempre al top per ciò che concerne la didattica e le manifestazioni “esterne”; esteriori.

di Anna Maria Noia

Il “Virgilio” è retto, da molti anni, dalla dirigente scolastica Luigia Trivisone. Molto orgogliosa dei “suoi” ragazzi. Attualmente l’istituto è allocato nei nuovissimi locali di via Marcello – in località S. Vincenzo. Per molto tempo le aule scolastiche e gli uffici amministrativi sono stati ubicati presso il centro sociale “Marco Biagi”, al capoluogo della cittadina; anni addietro, invece, la scuola veniva ospitata negli o dagli appartamenti del vicinissimo convento di S. Antonio – in piazza Dante. Di volta in volta, la realtà ha raggiunto vette d’eccezione – grazie ai vari Ds e/o agli insegnanti susseguitisi da decenni. E – naturalmente – grazie alla volontà e all’impegno degli studenti. Seguiti dalle proprie famiglie.

Questa volta, la “palma” (ideale e reale) del successo e – appunto – del “prestigio” è stata dovuta agli egregi piazzamenti, ottenuti partecipando al contest “High School Game”. Si tratta di un certame, di una competizione digitale dedicata agli studenti delle scuole secondarie di II grado in tutta Italia. Queste prove – organizzate, per ben dieci edizioni, da enti quali l’università campana “Luigi Vanvitelli”; da “Lumsa” (ateneo non statale di ispirazione cattolica – ovvero: libera università Maria Santissima Assunta); da “Laba” Firenze (la libera accademia di Belle Arti) – hanno avuto inizio il 7 marzo ultimo scorso. Termineranno il 31 marzo prossimo venturo. La prima settimana di test, che prevedeva il cosiddetto “trofeo settimanale”, si è conclusa il 13 marzo. Ed il primo “trofeo settimanale” se lo è aggiudicato proprio il glorioso “Publio Virgilio Marone” di San Severino. Tra le migliori istituzioni didattiche di sempre – secondo l’organismo “Eduscopio” (un progetto della Fondazione “Giovanni Agnelli”, di Torino, che compara le scuole più “valide” ed efficienti – secondo vari, specifici indicatori).

La classe II S – indirizzo “Liceo Scientifico” – si è quindi classificata prima a tale “tornata” ludica. A coordinare il tutto, la docente Assunta Iacuzio. Il punteggio ottenuto – ben 7866 “preferenze” (diciamo così) – ha permesso ai giovani allievi di raggiungere la vetta del concorso. Una bella soddisfazione, che ha premiato la costanza; l’arguzia e l’estro; la fantasia e il colpo d’occhio; la prontezza degli studenti afferenti all’istituto sanseverinese. Al secondo posto, sempre riguardo al trofeo settimanale, la classe IV H – Scienze Applicate – dello scientifico “Galilei” di Potenza. Totalizzando 7622 punti. Sullo “scalino” più basso dell’ideale podio (ovvero al terzo posto, “medaglia di bronzo” – diciamo così), ecco la IV I – Scienze Applicate – del liceo scientifico “Galilei” (Potenza). Con 6639 punti. I ragazzi si sono sfidati “a colpi di quiz”, partecipando alle gare sulle tematiche previste per quest’anno – ossia: “Sicurezza stradale”; “Orienta-Game Laba” (entrambi i temi hanno visto la partecipazione degli allievi del “Virgilio”) ma anche “Educazione ambientale”; “Bullismo e cyberbullismo”; “Orienta-Game Lumsa” e “Orienta-Game Vanvitelli”. Questi ultimi quiz vertono sull’orientamento universitario. “High School Game” è un innovativo concorso didattico digitale, gratuito, rivolto alle scuole superiori italiane – sia statali che paritarie.

Vengono utilizzate delle tecnologie digitali, mirate alla cosiddetta “gamification” (cioè le simulazioni di game design, contestualizzate in ambienti e/o modalità non strettamente correlate al gioco); tali tecnologie intendono veicolare particolari contenuti di apprendimento – stimolando la creatività e l’intuizione. Ciò tramite, appunto, una serie di piacevoli attività ludiche. Che stimolano i discenti, sviluppandone le qualità e le capacità. In tal modo si fruisce meglio la cultura, affinando al contempo la sana competitività; lo spirito di squadra e promuovendo la meritocrazia. “High School” prevede sfide “digitali”, tramite l’apposita App “Wicontest”, nonché eventuali sfide “dal vivo”. Che dipendono dall’evolversi dell’attuale e recente situazione pandemica. Si tratta di usare pulsantiere wireless, per più studenti in contemporanea. Le challenge avvengono in sedi universitarie o in location indicate da eventuali partner. Proprio una nota compagnia crocieristica navale è main partner (principale “sponsor”) della manifestazione: difatti gli istituti vincitori verranno premiati con dei viaggi di quattro giorni, a Barcellona, per l’intera classe partecipante; durante il viaggio allievi e professori usufruiranno di “hotel on board” – per l’appunto a bordo delle navi ammiraglie della rinomata flotta. La partecipazione, o meglio (prima) l’iscrizione, al contest è descritta (anche) on line e consta di vari step. Occorre collegarsi al sito: www.wicontest.com. Disponibile, sul web, anche un apposito tutorial per comprendere al meglio come prendere parte al concorso. Interessanti gli argomenti, come quelli per il 2022 – citati sopra.

Per la sicurezza stradale, mirante a migliorare la percezione dei pericoli della strada; per stimolare migliori comportamenti sociali nel caso di bullismo e di cyberbullismo – in presenza di tali fenomeni in classe e/o all’interno dell’edificio scolastico; per diffondere tra gli adolescenti e le famiglie valori e conoscenze, volti all’attenzione verso l’ambiente circostante e per promuovere lo studio dell’ecologia, della green economy. E così via, riguardo le tematiche 2022 di questo certame a quiz. Tre le fasi per accedere al contest: l’iscrizione avviene (in realtà è già avvenuta) da ottobre 2021 a febbraio di quest’anno; poi – dal 7 al 27 marzo – è tempo di “qualificazione”; infine, il 31 marzo, ecco la finalissima. Nella seconda fase “digitale”, ovvero per la qualificazione, sono previsti tre tornei settimanali. Con due tipologie di contest, sempre attive: il concorso “tematico” e quello “di orientamento” – con, anche, gli interventi dei referenti dell’orientamento universitario – a cura degli atenei in partnership. È d’uopo usare l’App Wicontest. La finalissima del 31 marzo avviene, sempre sull’App Wicontest, tra tutti gli studenti qualificatisi nell’ambito della seconda fase. L’evento conclusivo è denominato “Live quiz show” ed avverrà in diretta streaming. Appuntamento alla fine di marzo, dunque.

L’istituto campano ha ottenuto il “primo trofeo settimanale” il 13 marzo scorso. Le gare sono ancora in corso, fino al 31 marzo prossimo

Tra i “live”, alcuni hanno visto la “presenza” di tre ospiti (o guest star) d’eccezione: il commissario capo Laura Corobbo, della Polizia Stradale di Milano; Andrea Taverna, assistente capo – sempre alla Stradale di Milano; Matteo Coppola, responsabile dell’Orientamento Universitario della Libera Accademia di Belle Arti (“Laba”) – a Firenze. Per i liceali, la sfida continua. Dal 14 marzo in poi, i temi hanno riguardato quiz e domande sull’educazione ambientale. Per quanto riguarda l’orientamento alla scelta delle Facoltà, invece, è stato l’ateneo Lumsa di Roma a “presiedere” (se così possiamo affermare) il tutto negli ultimi giorni di gara. Tra i patrocini e i partner, ricordiamo le università sopra esposte; la famosa compagnia navale che offrirà i servizi di hotel board; la Stradale di Milano e una onlus: “Fare X Bene”.

Il secondo torneo settimanale (14-20 marzo), però, è andato – stavolta – al “Galilei” di Potenza. Classe IV H, indirizzo Scienze Applicate. Che è giunta in alto mediante il punteggio di 5674. Tutta la scuola è orgogliosa dei vincitori, non solo i diretti interessati con i propri docenti. Contenta anche la dirigente, Lucia Girolamo. Che partecipa da anni a tale sfida nazionale. Tra gli illustri ospiti, ricordiamo l’on. Alfonso Pecoraro Scanio – presidente della Fondazione “Univerde” – ed Eliana Sfameni, per l’orientamento universitario. Quindi il 31 marzo sarà l’ora della verità; quando le prime tre classi otterranno l’ambito premio della minivacanza a Barcellona. I ragazzi di San Severino sono già carichi e agguerritissimi. Sognando la Spagna. L’istituto sanseverinese ospita, nel nuovo plesso della frazione S. Vincenzo, circa un migliaio di alunni. Grazie alle leggi sull’autonomia scolastica, gli indirizzi di studio ed i curricula offerti da questa scuola sono davvero tanti: le opzioni vanno dai licei (si possono frequentare le classi del Classico; dello Scientifico; dello Scientifico ad indirizzo Scienze Applicate; del liceo delle Scienze Umane – opzione Economico-sociale; del Linguistico) all’istituto tecnico commerciale. Il “vecchio” (se ci è consentito) Ragioneria. Amministrazione Finanza e Marketing od opzione Turismo. La “preside” Trivisone augura ai ragazzi impegnati nelle gare di divertirsi – prima di tutto – e di mostrare l’eccellenza dell’istruzione campana e, nello specifico, sanseverinese.



Anna Maria Noia

image_printDownload in PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *