Lun. Nov 28th, 2022

Iniziativa sociale con percussioni e tamburi a Nocera Inferiore (SA)

La cooperativa sociale “Integra”, in collaborazione con la scuola di musicoterapia “Carlo Gesualdo” e con il “Drum circle facilitator” (metodo “Arthur Hull”), organizza un evento domenica 19 giugno. Location dell’happening sarà una zona detta “Terravecchia” – a Nocera Inferiore (Salerno).

di Anna Maria Noia

Più precisamente ed esattamente, l’area “interessata” dalla kermesse è denominata anche “Casale Bianchini”. Si tratta di una località “a verde”, sita ai piedi della collina del Parco; alle spalle del convento di Sant’Antonio. Vi si accede dallo storico quartiere di Pietraccetta. La manifestazione va sotto il titolo e tema di “Drum circle”: “Circolo dei tamburi” – “Tamburi in cerchio”. Di cosa si tratta? È presto detto. “Il drum circle – affermano gli organizzatori, referenti della “coop” Integra – intende essere un evento musicale che stimola i ritmi individuali, avvicinando nel contempo le persone verso una comune risonanza”. Il cerchio suddetto, assicurano da “Integra”, è sempre aperto a tutti – anche ai principianti che non hanno mai toccato un tamburo. Nonché – dichiarano i responsabili – a musicisti e/o esperti di qualsiasi “cultura musicale”.

Il tutto viene facilitato con le tecniche di percussione, sviluppate dal professionista Arthur Hull. Un percussionista di fama internazionale, di grido, che ha avuto l’idea di facilitare le relazioni umane tra individui diversi – grazie proprio al percuotere i tamburi. Tale idea è giunta fino a Salerno e a Nocera Inferiore, appunto. Dove – domenica 19 giugno prossimo venturo – si terrà quest’iniziativa sicuramente inclusiva e opportuna, benefica. Particolare nel suo genere. L’ingresso è previsto per le 18.30; l’inizio sarà alle 19. Seguirà inoltre un “aperitivo sociale” alle 20.30. Tutto terminerà – indicativamente – per le ore 21.30 circa. I tamburi da percuotere, per chi fosse curioso della peculiare esperienza formativa (utenti e visitatori dagli 8 agli 80 anni), saranno appositamente forniti dall’organizzazione. Il costo dell’ingresso è di 15 euro. È necessaria, però, la prenotazione (in quanto i posti disponibili sono limitati). Si può contattare, pertanto, il numero di cellulare: 371 4757 942. Oppure è possibile inoltrare una mail al seguente account di posta elettronica: integracoopsociale@gmail.com.

Secondo il credo, l’economia, la “filosofia” della realtà associativa “Integra” – e non solo – suonare i tamburi nelle modalità illustrate da Hull crea un senso di appartenenza. Ogni partecipante potrà improvvisare il suo “repertorio”, esprimendosi liberamente e suonando in gruppo. Lo stesso gruppo si riempirà – pertanto – di vitalità; spirito; gioia; motivazione. Molto interessanti e… “liberatorie” le tecniche adoperate dal drummer Hull. In una società frenetica, che dimentica troppo spesso i ritmi “lenti” della natura e delle stagioni. E non soltanto. L’evento, completamente… “ecologico”, pertanto gode (anche) della cooperazione “social” di “Lezco.it”. Il facilitatore, secondo il metodo Arthur Hull, sarà Sabatino Miranda. “Integra” è una coop sociale in provincia di Salerno. Nasce nel 2008, da una costola di “EtniCo” – un’iniziativa siglata dalla Comunità Europea. Sia “Integra” che “EtniCo” perseguono (e/o hanno perseguito) ideali di occupabilità; imprenditorialità; adattabilità e pari opportunità tra donne e uomini. Inoltre tali sodalizi si occupano salvaguardare il diritto al lavoro promuovendo azioni contro le discriminazioni e le disuguaglianze. Transnazionalmente e con approcci integrati e partenariali.

Sono realtà attive e presenti sul territorio salernitano. In particolare dal 2010, quando operatori sociali e culturali appunto di Salerno e dintorni hanno dato vita a varie fasi di gestione della cooperativa “Integra”. Vari, da allora, i progetti di questi anni; a favore di bambini, cittadini diversamente abili, individui svantaggiati, immigrati e forestieri. Tutto ciò nel cosiddetto terzo settore, nell’ambito della progettazione sociale e culturale.



Anna Maria Noia

image_printDownload in PDF