Sab. Apr 17th, 2021

Il Sentiero degli Dei – Lo sguardo proteso sul mare

Il Sentiero degli Dei, detto anche Cammino degli Dei, è un sentiero ormai famoso, conosciuto, nominato, come pochi al mondo, soprattutto, sui social network, sul web, on line, insomma …

Un itinerario turistico – paesaggistico tra mare e cielo

di Nicoletta Lamberti

Lo splendido ed incantevole percorso della “Divina” Costiera, definito Sentiero degli Dei, che parte da Bomerano, frazione di Agerola, ed arriva a Nocelle, frazione di Positano, non può essere definito semplicemente un percorso di trekking!

È un cammino, una passeggiata, un percorso culturale che ha incuriosito ed incuriosisce poeti, letterati ed artisti di tutto il mondo, ma è anche una scoperta intrisa di momenti culturali e paesaggistici che si fondono con il sapore buono della natura.

Il Sentiero degli Dei

Il Sentiero degli Dei è un percorso che mette il visitatore, il trekker, il turista in contatto diretto con la bellezza della natura che si presenta con boschi, sottoboschi, con una incantevole vista sul mare che lascerebbe senza fiato perfino gli Dei.

Un itinerario turistico – naturalistico – rientrante nelle competenze sia della Comunità Montana dei Monti Lattari sia del Parco Regionale dei Monti Lattari – in cui si inserisce il percorso di trekking n. 327 CAI Monti Lattari, considerato di media difficoltà, lungo circa 8 km e della durata di 4 ore e mezzo di cammino.

Il Sentiero degli Dei

Il focus del nostro magazine è sullo spettacolare percorso turistico – paesaggistico proteso tra mare e cielo, ma anche sulle peculiarità del tessuto economico – produttivo di un territorio che si trova a metà tra la Costiera Amalfitana e la Costiera Sorrentina.

La catena montuosa dei Monti Lattari propende sul magnifico mare del Golfo di Salerno, caratterizzato da seni, baie e fiordi in cui la trasparente acqua marina riflette la luce solare e lunare creando riverberi sfavillanti e mille prismatici giochi di colore, oltre che riflessi di varie sfumature di blu e argento diverse a seconda del giorno e della notte, in un alternarsi di mare blu e macchia mediterranea.

Il Sentiero degli Dei

Un’economia basata sul turismo, sull’agricoltura e sulla pastorizia e costituita da un tessuto socioeconomico rappresentato da aziende tradizionali, tra cui alberghi di lusso, agriturismi, b&b, aziende agricole e di trasformazione dei prodotti tipici locali a km 0, come a esempio i prodotti della pastorizia (latte, formaggi, etc.) e le pregiate coltivazioni dei limoni della Costiera, ricchi di oli essenziali che ti inebriano con il loro profumo e che danno vita al famoso “Limoncello!

Qualche mese fa in un documentario della Rai è stata mostrata l’altra faccia del Sentiero degli Dei ponendo l’attenzione su un’altra attività tipica della zona, cruda e rude: la pastorizia, frutto del sacrificante e isolato lavoro del pastore. Hanno intervistato Antonio, 30 anni, forse uno degli ultimi pastori della Costiera che porta a pascolare, qualche volta anche in groppa al suo asino, le sue cento capre sul Sentiero degli Dei a strapiombo sul mare e che danno origine a deliziosi formaggi dal gusto tipico.

Dalle acque cristalline del mare della Costiera passiamo ai riflessi di luce del vetro ascoltando i consigli di Ciro Longobardi, titolare di Idea Vetro, importante azienda di lavorazione del vetro e materiali plastici – con relativo punto vendita anche di oggettistica e articoli di illuminazione, sita in Via Armando Diaz, 7 ad Agerola – a ridosso del Sentiero degli Dei e che, nel tempo libero, è un runner appassionato ed esperto del Sentiero degli Dei.

Dal suo racconto trapelano le intense emozioni che si provano percorrendo il famoso sentiero e le sensazioni uniche suscitate da tale meraviglioso percorso.

Il Sentiero degli Dei è un percorso naturalistico – paesaggistico, ma può ritenersi anche un’esperienza emozionale?

Il Sentiero degli Dei

Percorro spesso il Sentiero degli Dei … assorbo i profumi della Divina Costiera e mi inebri  dell’eccezionale panorama a pochi passi dalla mia abitazione …  Lungo il percorso vedo Praiano,il famoso arcipelago di “Li Galli “legato al grande ballerino russo, Rudolf Nureyev, Positano, Punta Campanella e all’orizzonte i Faraglioni di Capri!

Il Sentiero degli Dei è un percorso CAI (il n. 327). È un percorso che può essere affrontato da un qualsiasi appassionato di trekking?

Il sentiero è di media difficoltà ed accessibile a tutti, ma per affrontarlo è necessario essere attrezzati con un equipaggiamento consono al trekking, in quanto a tratti semplici e con poche difficoltà si alternano anche tratti un po’ più aspri.

La “Divina Costiera” è stata duramente colpita dalla pandemia da COVID – 19, dal lungo periodo di lockdown, dall’alternarsi tra zone rosse, arancioni e gialle, e soprattutto dall’incertezza e dalla confusione nei provvedimenti legislativi, intervallato da una lieve ripresa nel breve periodo estivo. La pandemia ha interrotto il flusso costante e continuo dei turisti stranieri, privilegiando il turismo di prossimità che però non ha favorito ristoranti, agriturismi e aziende di prodotti locali determinando anche un minor introito di risorse.
Quali sono state le ulteriori conseguenze derivanti della pandemia da COVID – 19 in un contesto così paradisiaco, ma fortemente legato al turismo?

La mia azienda si occupa della produzione di vetri e materiali plastici; la chiusura di bar, ristoranti e alberghi che sono i nostri principali clienti, ha comportato conseguenze anche nel nostro settore ed a tutto l’indotto legato al turismo sentieristico e non.

Nicoletta Lamberti
le foto dell’articolo sono di Ciro Longobardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *