Ven. Dic 9th, 2022
Lions day

Mercato San Severino (SA). “Lions day” per la salute e la prevenzione

Il locale club “lions” organizza una serie di attivita’ per la salute e la prevenzione. Possibilità di screening gratuiti, per il diabete e per il cuore; ci sarà la “passeggiata del cuore”

di Anna Maria Noia

Dopo alcuni anni di “stop”, in parte dovuto al fenomeno pandemico, riprendono (tra altre attività che, invece, non si sono mai fermate) le iniziative di salute e prevenzione inerenti al “Lions Day”. Una giornata organizzata dall’omonimo club “service” di Mercato San Severino (Salerno), proprio il “Lions club”, che verte sull’importanza della salute (con modalità di screening, appunto, preventivi) e delle sane pratiche alimentari; toccando anche argomenti e tematiche concernenti l’attività fisica e la necessità di effettuare esercizi ginnici. Dedicando – infine – del tempo anche al cosiddetto “movimento” (fisico). Questa giornata di manifestazioni si terrà domenica 24 aprile, dal mattino fin verso le 14. Il tutto gode del patrocinio dell’amministrazione comunale; dell’ausilio del distretto Lions 108YA (governatore Francesco Accarino); della collaborazione del locale Forum Giovani e de “La solidarietà” di Fisciano – nonché di “Universitas Sancti Severini”.

Il programma, illustrato nell’ambito di una conferenza stampa – tenutasi mercoledì 20 aprile scorso, nei locali di Palazzo di Città – prevede una “Passeggiata del Cuore” (ore 9.00); una serie di screening (gratuiti) sia per il diabete che riguardo la cardiologia (dalle 10.45 in piazza Ettore Imperio); una visita guidata al Palazzo Vanvitelliano (ossia il Municipio della cittadina) e all’adiacente chiesa di San Giovanni in Parco – ciò a partire dalle ore 11.15. All’evento parteciperanno altri prestigiosi club lionistici, provenienti da zone limitrofe a San Severino: il club “Nocera ed Agro” e quello di San Valentino Torio “Sarnica gens”. Per di più, garantiscono gli organizzatori, ci si collegherà (on line) con tante altre località e/o “piazze” italiane che aderiscono al “progetto”. L’incontro con i cronisti ha visto presenti il sindaco Antonio Somma; l’avvocato Andrea Torre – responsabile “di zona”; Agostino D’Angelo, presidente della “sezione” (diciamo così) di Mercato San Severino; Antonio Luciano, addetto al marketing e alla comunicazione – sempre per questa realtà associativa; Linda Scarano e Alfonsina D’Ambrosio – a far parte dell’associazione. In particolare quest’ultima si occupa – anche a livello circoscrizionale – del “comitato” per la prevenzione del diabete. Discutendo – per l’appunto – di questa patologia spesso presa sotto gamba, occorre sapere che i Lions hanno attuato una sinergia con l’istituto di Istruzione Superiore “Publio Virgilio Marone” – a San Severino; i ragazzi hanno preso parte, in questi anni, a svariate occasioni di riflessione sul “mangiar bene” e sui benefici dello sport o dell’attività fisica.

Lions day

Anche per tale kermesse, gli studenti sono stati invitati a partecipare alla “Passeggiata del Cuore”. Un percorso di circa 5 chilometri, che toccherà le principali “location” di San Severino – dalle 9.30 in poi. Raduno in piazza Ettore Imperio alle 9. Dopodiché si parte. Il “corteo” si snoderà verso il “Boschetto” – una delle principali aree a verde della cittadina; ci si recherà in via Marcello, via Vincenzo Alfano, via San Vincenzo, via Marcello (di nuovo), poi al parco “Santina Campana”. Quindi nella frazione San Vincenzo. Inoltre si potrà andare lungo via Solofrana (meglio conosciuta come “Trincerone”); poi lungo il centralissimo corso Diaz. Infine, ecco che i “podisti” (se così ci è consentito affermare) svolteranno per via Roma e approderanno al luogo di partenza – cioè piazza Imperio. Dove attenderanno numerosi avventori tanti gazebo e stand, per attuare visite diabetologiche e/o cardiologiche gratuite – come detto sopra. È consigliabile la prenotazione, componendo il numero 3392094057. Qui ci sarà il momento clou dell’happening, ovvero la misurazione della glicemia e/o la visita al cuore. Tra i banchetti, asseriscono i responsabili, si potranno raccogliere informazioni su prodotti naturali da tener presente per eventuali diete alimentari. Il service di San Severino sarà supportato, durante questo appuntamento, dall’esperienza e competenza di Claudio Lambiase – medico che presiede il centro diabetologico di San Severino – nonché della nutrizionista e membro Lions Paola Capobianco, responsabile distrettuale per la lotta al diabete.

Lions day

I ragazzi del Forum Giovani, invece, si occuperanno – sempre a detta dei relatori, nel corso dell’incontro con la stampa – di intrattenere il pubblico più giovane. Ciò dalle 10.30 fino alle 13 circa. Contestualmente, si vivranno le visite (con ciceroni) al Municipio e alla chiesa di San Giovanni – tra le 11.15 e le 12. Saranno “attivi” i soci del sodalizio “Universitas Sancti Severini”. “Questo programma – ha dichiarato D’Angelo – sui temi della prevenzione e dello sport è davvero ricco; daremo la possibilità di poter essere sottoposti a una visita completa”. Ha affermato poi il primo cittadino Somma: “Di fronte a un programma così variegato, non può non farmi piacere il “ritorno” del Lions Day a San Severino”. In effetti, l’ultimo (nel senso di più recente) appuntamento con una kermesse similare (ribadiamo, tra altre iniziative mai interrotte – a cura dei Lions) è avvenuto nel 2015. Antonio Somma ha poi rivolto un plauso e un apprezzamento “a tutti i presidenti e/o a tutte le altre cariche succedutisi nel corso del mio mandato – ha espresso – che tanto hanno fatto per la comunità”. Fra l’altro, i Lions hanno curato – pochi anni fa, nel 2019 – il restyling del Monumento ai Caduti; in via Tenente Falco. E hanno contribuito a creare altre manifestazioni.

Tra giornate “a tema”, convegni, dibattiti vari. Un service che non si arrende e che proclama – nelle proprie intenzioni di club – la fratellanza tra popoli e/o (nelle fattispecie locali) tra civici concittadini. Curiosità: il club “Lions” di Mercato San Severino è tra le istituzioni lionistiche più “anziane”, nel significato di più “longeve”, in provincia di Salerno. Forse è il secondo club del Salernitano, dopo il “Salerno Host”. La sua fondazione, infatti, risalirebbe al 1979. Ben 43 anni al servizio – è il caso di dirlo – delle collettività, grandi o piccole che fossero; che siano. L’associazione sanseverinese è tra le più longeve anche nell’intero territorio regionale campano. Tra affiliati nuovi e/o originari, ecco che i soci – in questi ultimi due anni – vanno tra i 30 e i 40 iscritti. Una realtà molto valida e attiva, con scopi precisi e inclusivi. Le campagne di sensibilizzazione dei Lions (affiancati dalla “sezione” femminile “Lioness” e dal “gruppo giovani”, quello denominato: “Leo”) riguardano numerosi e differenti argomenti: la salute e la prevenzione, certo, ma anche molto altro. Il club – sia a San Severino che altrove – vanta al suo interno gente comune, attenta ai bisogni e alle necessità dei concittadini. Non mancano professionisti, ma non è sicuramente questa la cosa più importante – riferendoci allo “spirito di servizio” di tal club. Il motto è “We serve”.

Aggiornamento in progress: secondo un nuovo calendario (in allegato come foto al nostro servizio), per questa serie di appuntamenti, domenica 24 vi sarà – alle ore 10.15 – l’esibizione musicale degli allievi della scuola “Galvani-Opromolla”, provenienti da Angri. Dapprima essi eseguiranno l’inno nazionale e l’Inno alla Gioia (a livello europeo), poi altri testi melodici. Tutto il resto resterà pressoché invariato. A parte il fatto, scaturito da questo nuovo calendario di happening, che a coloro che intenderanno sottoporsi alle visite verrà donata una matita “speciale”: una volta esaurito il suo “ruolo” o uso, il lapis potrà essere piantato nel terreno e dar vita a una pianta. Quindi attenzione al corpo e anche all’ambiente, nel contempo, da parte dei Lions.



Anna Maria Noia

image_printDownload in PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *