Lun. Nov 28th, 2022
Alto Medio Sannio

L’Alto Medio Sannio riorganizza il turismo dei borghi

Con la programmazione di un progetto di sviluppo di turismo integrato, 33 comuni dell’Alto Molise, in stretta collaborazione con la Snai Strategia Nazionale Aree Interne, attiveranno un servizio di rete tra gli operanti del turismo per valorizzare i borghi dell’entroterra molisano ricco di aree di pregio naturalistico e culturale

Riorganizzare il turismo puntando sulla valorizzazione di angoli della nostra terra spesso non noti ma straordinari per le bellezze paesaggistiche e culturali legate a tradizioni non del tutto tramontate, si può.

di Silvia De Cristofaro

A fronte di dati che registrano una tendenza dei viaggiatori a preferire sempre di più il cosiddetto “turismo dei borghi” proprio perché garantisce un’esperienza all’insegna della tradizione, dell’arte, dell’artigianato in cui il turista fa conoscenza della pittura, del ricamo, della lavorazioni in legno e ceramica che rappresentano la storia della nostra penisola e che si imbatte nella gastronomia caratterizzata da una cucina antica che va a braccetto con la genuinità dei prodotti non sofisticati della terra, è più che giusto tentar di realizzare strumenti che incentivino questa bella tipologia di vacanza.

Trivento

La Snai Strategia Nazionale Aree Interne Alto Medio Sannio presenta un programma di sviluppo turistico integrato delle zone dell’Alto Medio Sannio che riguarderà trentatré borghi che gravitano attorno ai centri altomolisani di Agnone, Frosolone e Trivento: l’intenzione è quella di potenziare, attraverso una rete composta da esperti del turismo, amministrazioni, gestori dei beni culturali e naturalistici ed operanti privanti e pubblici del territorio, le aree ricche di zone di pregio naturalistico ed artistico.

Alto Medio Sannio
Agnone

L’ente capofila della Snai, il Comune di Agnone, alla presenza del sindaco Daniele Saia, ha quindi promosso una conferenza di confronto con i sindaci partecipanti all’iniziativa e con il coordinatore della Snai Alto Medio Sannio Mario Di Lorenzo che hanno confrontato le proprie idee per la riorganizzazione del turismo delle aree interne con Gianlorenzo Molino, esperto di progetti di sviluppo locale.

La costruzione di una rete tra il pubblico ed il privato consentirà di avviare il funzionamento dei servizi turistici che avranno bisogno innanzitutto di una visibilità che attragga i turisti. Bisogna, quindi, puntare sulla formazione di chi opera negli ambiti turistici e realizzare, all’interno di questa strategia guide in doppia lingua con il compito di “narrare” le caratteristiche dei luoghi scelti per una vacanza in Alto Medio Sannio ed allegare una carta sconti, gratuita e personale per ciascun turista che verrà distribuita nei punti principali di interesse in Molise o presso le diverse strutture ricettive od attraverso operatori turistici.

La card consentirà di ottenere biglietti di ingresso a costo ridotto per musei, monumenti ed attrazioni, sconti nei ristoranti e presso rivenditori di prodotti tipici ed ancora riduzioni sui servizi turistici. Il programma consentirà certamente la creazione di una collaborazione proficua tra i protagonisti della filiera turistica che, coadiuvati dai responsabili dei siti culturali e naturalistici dell’alto Molise, potranno predisporre servizi di visite guidate, di informazioni turistiche telefoniche, di distribuzione di materiale informativo.

Alto Medio Sannio
Frosolone

Nel programma è prevista una registrazione delle card a cui si pratica lo sconto perché fondamentale sarà registrare i turisti che visiteranno questi territori per cercare di capire le loro esigenze dal modo in cui si muovono, da quel che visitano, da cosa fanno durante il soggiorno in Molise. In questo modo si è in grado di costruire offerte turistiche ed itinerari corrispondenti ai desideri del turista. Il coordinatore Snai, Mario Di Lorenzo, ha dunque dato il via al primo anno di sperimentazione di questa organizzazione turistica territoriale condivisa che rientra nella Strategia 2022- 2027 che porterà, ci si augura, alla realizzazione   della prima rete di operatori turistici del Molise.

L’entusiasmo dei sindaci dei borghi, chiamati a questa particolarissima programmazione di rilancio del turismo dei borghi, si evidenzia nelle dichiarazioni del primo cittadino di Agnone, Daniele Saia: “Il progetto di sviluppo turistico integrato permetterà di ampliare tra gli amministratori la consapevolezza sulle potenzialità e sulle peculiarità che caratterizzano i nostri luoghi ricchi di tradizioni che, messe a sistema, danno vita ad un quadro sinergico fruttuoso ed affascinante”.

Alto Medio Sannio
Pietrabbondante

Garantire esperienze uniche soddisfacendo   il bisogno di turisti che desiderano vacanze, in seguito ai difficili e deprimenti periodi dei lockdown, essenzialmente all’aria aperta ma al tempo stesso con un interesse sempre più vivo nei confronti delle radici storiche e culturali delle nostre regioni può rappresentare davvero una ripresa del turismo, e di conseguenza dell’economia, che merita di decollare adesso e nel prossimo futuro.

Per maggiori informazioni sull’iniziativa, è possibile contattare la Snai-Strategia Nazionale Aree Interne Alto Medio Sannio nella sede operativa di Agnone (Salita Giuseppe Verdi 9, 86081 Agnone, Isernia) all’ e-mail info@altomediosannio.it e sul sito web www.altomediosannio.it .

Silvia De Cristofaro
Coordinatrice Redazione Molise

image_printDownload in PDF