Ven. Dic 9th, 2022

Salerno. Luciana Pennnino, con “Amo le mie manie”, al Libramente Caffè Letterario

Sabato 7 maggio a chiacchierare con l’autrice ci sarà Davide Bottiglieri, co-founder della Vitruvio Entertainment, promotrice dell’incontro

Sabato 7 maggio, alle ore 17:00, presso Libramente Caffè Letterario di Salerno (Via Francesco Paolo Volpe, 34), si parlerà di Amo le mie manie(Homo Scrivens, 2021).

L’evento è patrocinato da UNI IN STRADA associazione volta a favorire l’immissione nel mondo del lavoro dei giovani, e sempre attiva nella promozione di eventi culturali.

Amo le mie manie” (di Luciana Pennino per Homo Scrivens, novembre 2021) è una raccolta di 99 microracconti ritmati e briosi, che alternano il tema delle manie e delle fissazioni, del singolo e della società, con quello delle piccole cose del quotidiano.

Le prime sono dipinte con tinte ironiche e scanzonate e le seconde con toni teneri, rimandando al senso delle madeleine proustiane: oggetti semplici e quasi insignificanti che ci riportano sensazioni, ricordi, emozioni, sapori.

La varietà della scrittura, che dà verve al libro, va dal genere surreale all’informale, seppur sempre stilisticamente curato, dalla favola al gioco di parole.

Ogni racconto, della lunghezza massina di un paio di pagine, suggerisce una simpatica filosofia di vita e si chiude con una citazione tratta da un romanzo o da una poesia o da un film o da una canzone, a mo’ di controcanto. Ciascuno è una storia a sé, slegato dagli altri, quindi l’intera raccolta può esser letta con libertà, facendosi semmai guidare dall’umore del momento, scegliendo tra i titoli dell’indice che spesso, volutamente, sono criptici: “Amori estremi” nasconde l’amore per le estremità, ovvero per i piedi (!), “Il dramma delle vertigini” cela l’ossessione per le vertigini dei capelli, “Luoghi comuni incontrovertibili” ci conduce alla mania delle donne per le borse…

Il titolo della raccolta, che è il titolo del primo racconto, indica la strada principale: arrivare a sorridere talmente tanto di noi stessi e delle nostre debolezze, prendendoci un po’ in giro, da accogliere le nostre manie e amarle, che significa poi accoglierci e amarci.

image_printDownload in PDF