Lun. Lug 15th, 2024
Sinner vs Djokovic

Sinner vs Djokovic: scacco matto al Re

Analisi della Classifica ATP dopo la Vittoria di Sinner e Prospettive agli Australian Open: Tra Sogni di Gloriosa Vittoria e la Sfida al Dominio di Djokovic

Di Paolo De Leo

Vediamo come cambia la classifica Atp dopo la vittoria di Sinner su Djokovic e come può cambiare la classifica di Jannik dopo la possibile conquista della finale degli Australian Open. E’ bene dire subito che il tennista azzurro, anche vincendo il torneo di Melbourne, non potrà diventare n.1 della classifica mondiale Atp (attualmente è numero 4).

Djokovic resterà sul trono, Alcaraz n.2.

Sinner ha al momento 6.490 punti ufficiali: sono però già diventati 7.610 con la vittoria in semifinale. Djokovic, che occupa la prima posizione, è ancora lontano a 9.855, e anche Carlos Alcaraz, n.2 ma uscito nei quarti a Melbourne per mano di Alexander Zverev, è distante a 9.255.

In caso di vittoria del torneo (il trionfo in un torneo dello Slam vale 2000 punti), Sinner potrà salire al massimo fino a 8.310 punteggio non sufficiente

a superare in classifica il russo Daniil Medvedev, che avendo battuto stamane in semifinale il tedesco Zverev sarebbe comunque avanti in terza posizione. In definitiva Sinner incrementa solo il punteggio ma non la posizione anche in caso di vittoria degli Open di Australia.

Jannik Sinner

Le varie vittorie dilaganti dell’artista del tennis  porta gioia e speranza, non solo nei cuori degli sportivi ma anche in tutti coloro  che vogliono credere in se stessi, perché vedere un’atleta è colui che facendo del suo sport preferito la sua vita diventa esempio per tutti coloro che vogliono giungere al proprio obbiettivo senza lasciare nulla al caso, lottando contro tutto e tutti per di giungere al proprio risultato. Senza chiedere ma andandosi ad imporre su uno dei più grandi tennisti in circolazione. Non ci scordiamo che il giocatore italiano è un classe 2001 e che l’anno scorso, quindi qualche mese fa  ha battuto per altre due volte lo stesso sconfitto. Quale sarà il segreto del suo successo? Forse la sua giovane età che permette al corpo del campione di inserire la marcia giusta nel momento del bisogno. Comunque vada la finale il tennista italiano sta dimostrando a tutti i suoi tifosi che lui è una macchina da guerra.

Paolo De Leo

image_printDownload in PDF