Mar. Lug 23rd, 2024

Genova Pegli: raccolte 1.212 firme contro la spesa della nuova fontana di Largo Calasetta

Gli organizzatori valutano positivamente il primo giorno di raccolta firme della petizione per ripensare la spesa di 280.000 Euro

Di Antonello Rivano

Genova Pegli. Sabato 27 gennaio si è tenuta una raccolta firme organizzata dal Comitato Pegli Bene Comune e altre associazioni locali per sostenere una loro petizione (Leggi articolo precedente).

Tale iniziativa denuncia la prevista spesa di 280.000 euro per la nuova fontana di Largo Calasetta e esprime il dissenso dei cittadini pegliesi. La somma, considerata ingente e potenzialmente uno spreco di risorse, si propone di essere utilizzata per interventi più cruciali, come la manutenzione delle strutture scolastiche, il ripristino delle aree gioco per bambini, il decoro delle ville storiche e la manutenzione di strade e marciapiedi, con particolare attenzione alla conservazione del disegno attuale di Largo Calasetta con la “Rosa dei Venti”. I cittadini, oltre a firmare la petizione, hanno avuto l’opportunità di esprimere il loro pensiero su bigliettini riguardanti le priorità, indirizzati all’assessore alla manutenzione, al decoro urbano e ai centri storici del Comune di Genova.

Durante l’evento svoltosi proprio nella piazza in questione, sono state raccolte 1.212 firme in 8 ore di banchetto, gli organizzatori prevedono di raccoglierne ulteriori presso i punto firma, durante la settimana. così come da loro stessi dichiarato: “Chi non non è stato in grado di venire a firmare sabato potrà farlo, a partire da lunedì, presso il bar Dal Ranocchio di via Martiri della Libertà 45r e il bar VIN Love CAFè di via Opisso 42″


Le richieste dei cittadini, espresse nei fogliettini, includono la manutenzione e il ripristino delle aree gioco per i bambini, soprattutto in Villa Doria e lungomare, la manutenzione delle scuole, il ripristino dei marciapiedi dissestati e pericolosi in tutta la delegazione, il decoro e la manutenzione delle ville. Tra le proposte ci sono anche la creazione di una biblioteca, la liberazione di Via Maona dai 1000 paletti, la realizzazione di aree attrezzate per ragazzi che attualmente non dispongono di spazi decenti e l’investimento sul Navebus.


Il Comitato Pegli Bene Comune ha espresso gratitudine verso chi ha collaborato alla realizzazione della prima giornata di raccolta firme: “Un grazie anche al consigliere comunale Filippo Bruzzone per il supporto burocratico e operativo nella preparazione del banchetto E grazie ovviamente alle associazioni che hanno aderito all’iniziativa, chi divulgandola tra i propri soci e chi collaborando oggi alla raccolta firme, in particolare Associazione Ale Villa, ANPI Genova Pegli Sez. Mario e Nicolò Dagnino, Comitato Lido di Pegli, Comitato Quartiere di Multedo. Grazie anche ai comitati di Cornigliano e Sestri per essere venuti ad appoggiare la raccolta firme, sottoscrivendo la richiesta popolare di una amministrazione condivisa e trasparente!”
[Articoli correlati: GENOVA PEGLI. UNA PETIZIONE PER RIDIREZIONARE I FONDI DELLA FONTANA A PRIORITÀ TANGIBILI ]

Antonello Rivano
Direttore di redazione/coordinatore nazionale Polis SA Magazine



image_printDownload in PDF