Mar. Mag 28th, 2024

Ritorna la “Giornata Nazionale dei Risvegli per la ricerca sul coma-Vale la pena”

Torna il 7 ottobre 2021 la “Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena” promossa dall’organismo di volontariato “Gli amici di Luca onlus”

Dopo l’isolamento che tutti quanti abbiamo dovuto contrastare, causa la pandemia, torna con ancora maggiore significato la “Giornata Nazionale dei Risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena”, promossa da “Gli amici di Luca” organizzazione di volontariato, che giunge quest’anno al traguardo della ventitreesima edizione e celebra anche la settima “Giornata Europea dei Risvegli”

di Associazione Amici di Luca Onlus


Questo particolare momento di difficoltà, che ha avuto ripercussioni anche nel terzo settore, ha obbligato la nostra associazione a riflessioni profonde senza mai interrompere le relazioni con i nostri assistiti, persone con esiti di danni celebrali rientrati a domicilio sul territorio e loro familiari, cercando di fare sentire anche da remoto la nostra vicinanza ed il nostro sostegno. Ora che gradatamente stiamo tornando ad una nuova normalità, con protocolli condivisi con le istituzioni per la tutela della salute di tutti i cittadini, ci apprestiamo alla celebrazione della prossima GIORNATA DEI RISVEGLI con rinnovata energia ed uguale determinazione. Le
patologie che seguiamo non possono essere lasciate indietro, né essere anche soltanto indirettamente colpite dalla pandemia che ha distolto da loro attenzione e risorse. Le persone con esiti di coma e gravi cerebrolesioni acquisite, oggi più che mai, richiedono una maggiore attenzione perché i loro diritti e le loro problematiche siano sempre sotto gli occhi di tutti ed anche i loro bisogni siano intercettati in maniera costante e consapevole dalle istituzioni preposte.


La prossima “Giornata dei Risvegli” del 7 ottobre si occuperà di questo e approfondirà temi sociali
e clinici della ricerca. Lo farà attraverso la campagna sociale del nostro testimonial AlessandroBergonzoni, con una nuova campagna sociale e attraverso la celebrazione della seconda “CONFERENZA DI CONSENSO DELLE ASSOCIAZIONI che rappresentano familiari che assistono un proprio caro in coma, stato vegetativo minima coscienza e GCA”.


Inoltre la compagnia teatrale Gli amici di Luca formata da persone uscite dal coma porterà la propria esperienza in un nuovo spettacolo dal titolo “Elogio dell’amore” frutto dei laboratori teatrali e allestito per l’occasione al Teatro Dehon di Bologna. La manifestazione di informazione sul coma, lo stato vegetativo e le gravi cerebrolesioni acquisite torna dunque ancora una volta per fare rete con varie città italiane ed altri paesi europei, per
sensibilizzare l’opinione pubblica, dare voce alle persone con esiti di coma e le loro famiglie, mettere in luce le criticità assistenziali e approfondire le nuove frontiere della ricerca.


Una iniziativa che dal 1999 si è consolidata nel tempo e ha assunto una dimensione europea grazie ai progetti messi in campo dall’associazione attraverso la sinergia con le istituzioni, i paesi partner ed il patrocinio del Parlamento Europeo che si è aggiunto allo storico Alto Patronato del Presidente della Repubblica.


La “Giornata dei Risvegli” nasce dal progetto della “Casa dei Risvegli Luca De Nigris” condiviso con il Comune di Bologna, un centro pubblico dell’Azienda Usl di Bologna di riabilitazione e ricerca innovativo, unico nel suo genere in Europa, sorto a Bologna nell’area dell’Ospedale Bellaria, che consolida una nuova filosofia della cura e che valorizza il ruolo centrale della famiglia.

L’associazione Gli amici di Luca è presente nell’“Osservatorio Nazionale sulla Condizione delle Persone con Disabilità” ed è impegnata nell’applicazione del piano di azione che ratifica la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e nell’impegno sulle pari opportunità delle persone disagiate.

http://www.amicidiluca.it/

image_printDownload in PDF

1 thought on “Ritorna la “Giornata Nazionale dei Risvegli per la ricerca sul coma-Vale la pena”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *