Ven. Mar 1st, 2024

“Raffaello visita le carceri di Salerno”-Secondo appuntamento

Mercoledì 7 Giugno alle ore 18.00, presso la sala teatro dell’Istituto Penitenziario “Brig. A. Caputo” di Salerno, si terrà il secondo appuntamento del progetto d’arte sociale «Raffaello visita le carceri di Salerno

 Mercoledì 7 Giugno alle ore 18.00, presso la sala teatro dell’Istituto Penitenziario “Brig. A. Caputo” di Salerno, si terrà il secondo appuntamento del progetto d’arte sociale «Raffaello visita le carceri di Salerno», la cui direzione artistica è stata curata con maestria dal Dott. Michele Citro. Il progetto è sostenuto e promosso dal Direttore del carcere, Dott.ssa Rita Romano, e dal Presidente della Fondazione della Comunità Salernitana Ets, Dott.ssa Antonia Autuori.

Dopo i convenzionali saluti istituzionali e delle autorità politiche e culturali locali seguiranno una serie di interventi di enorme spessore storico, filosofico, morale, giuridico ed artistico, che vedranno protagonisti il Presidente della Corte d’Appello di Salerno, Dott.ssa Iside Russo; Andrea Dall’Asta SJ, saggista e direttore della Galleria San Fedele di Milano; Vincenzo Lavenia, Professore ordinario di Storia Moderna presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna; Marina D’Aprile, Prof.ssa di Restauro Architettonico presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”; Jacek Ludwig Scarso, Reader in Art and Performance at the School of Art, Architecture and Design (AAD), University Teaching Fellow e Course Leader di Public Art and Performance MA e Deputy Director of CREATURE (The Centre for Creative Arts, Culture and Engagement) presso la London Metropolitan University; Alessandro Guerriero —Compasso d’Oro per il design 1981, fondatore del gruppo Alchimia ed autore di progetti di design sociale con istituti penitenziari(Cooperativa del Granserraglio) e Giacomo D. Ghidelli —condirettore creativo di Olivetti; ha pubblicato su «L’Unità» articoli di cultura e filosofia; nel 1998 ha curato una mostra per il centenario della Fiat, nel 2002 ha cofondato “Koinètica”, agenzia dedicata allo sviluppo della CSR.

L’evento, inaugurato lo scorso sabato 27 Maggio, prevede l’esposizione dell’arazzo di manifattura fiamminga del XVII sec. intitolato “Ananias et Saphira” — realizzato su cartone dal genio rinascimentale di Raffaello Sanzio e attualmente di proprietà del mecenate Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona — presso la casa circondariale “Brig. A. Caputo” di Salerno fino al 1° Ottobre 2023. Ad illustrare l’opera delle guide d’eccezione: le detenute ed i detenuti del carcere, assoluti protagonisti di questo esperimento che unisce estetica ed etica, grande arte, formazione e solidarietà. Chi vorrà, potrà facilmente prenotare la propria visita di questo “carcere-museo” sul sito www.fondazionecomunitasalernitana.it o informarsi sulla pagina Facebook dedicata “Raffaello visita le carceri di Salerno

image_printDownload in PDF