Lun. Lug 22nd, 2024

CIVICA MENTE. NUOVA LINFA PER BATTIPAGLIA

Segnatevi questa data, venerdì 24 Gennaio in via Francesco Turco alle ore 19.00, in una delle Comprese di Battipaglia. Il luogo scelto non è un caso ma frutto di una ricerca, una volontà di mettere insieme storia e futuro, un tentativo di imparare dagli errori del passato per progettare il domani.

Risponde alle nostre domande Giuseppe Ferlisi, uno dei giovani che insieme ad altri hanno dato vita a questa realtà.

 Giuseppe ci puoi spiegare qual è l’obbiettivo dell’apertura di questo spazio?

 «Il nostro spazio nasce con l’idea di un laboratorio politico dove costruire un programma che costringa l’opinione pubblica a concentrarsi sulla progettualità, sulla fattibilità degli interventi volti a migliorare la città e lo stile di vita che si conduce, costruire un asse che sia prettamente civico e allo stesso tempo aperto a chi appoggia i nostri progetti e condivide i nostri stessi ideali, così da concentrare tutte le intelligenze che vogliano mettersi a disposizione del bene comune»

Certo che parlare di progettualità oggi sembra quasi passato di moda, tanto è che negli ultimi anni si è intervenuto solo sulle emergenze, che pur devono essere affrontate e superate ma certamente non basta. Quali saranno le iniziative che animeranno la vostra sede?

«Abbiamo sentito l’esigenza di darci un luogo di ritrovo dove costruire questo percorso e  il 24 renderemo noto un calendario con incontri tematici che andranno a toccare temi come ambiente, urbanistica, fascia costiera fino alle osservazioni sul Puc. Riteniamo infatti assolutamente necessario partecipare alle  osservazioni sul Piano urbanistico comunale, che vorremmo costruire con le varie anime della città, sperando che la fase di ascolto sia più aperta possibile, perché pensiamo che la soluzione ai problemi che ci attanagliano ormai da anni passi dal confronto con chi le stesse classi sociali che rappresentano queste problematiche »

Progettualità la parola d’ordine di Civica Mente.

Ecco cosa vuole essere, un laboratorio, un esperimento che potrà portare nuova linfa a questa città che ha bisogno di innesti di preparazione e voglia di fare, di fare quella Politica con la P maiuscola, che coinvolga il popolo nella costruzione del futuro, di ciò che vogliamo diventare. Teniamo d’occhio questa realtà e faccio il mio personale in bocca al lupo a questa associazione che cerca, controcorrente di dare alla popolazione non qualcuno, bensì qualcosa in cui credere. Insomma, partecipazione, costruzione progettualità sono ciò che muoverà le anime di questa realtà da tenere d’occhio.

Francesca Galluccio

image_printDownload in PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *