Lun. Nov 28th, 2022

Una mostra “Battipaglia- Salerno- Roma” dedicata alla Britisch Eight Army

Valorizzare la memoria con studi, ricerche, confronti con un’attenta e critica attenzione agli archivi fotografici ed audiovisivo

Di Stefano Pignataro

la mostra “Battipaglia-Salerno- Roma, l’Ottava Armata in Italia“, dedicata all’esperienza ed alla storia della Britisch Army nel contesto storico della campagna italiana nel corso della seconda guerra mondiale con un particolare approfondimento allo sbarco di Salerno con l’Operazione Avalanche, è stata  inaugurata alle ore 10 delil 9 Settembre, presso Palazzo Fruscione. Realizzata in occasione del “Salerno Day” a cura della rassegna del Festival dei Barbuti diretto da Chiara Natella e degli studi sul programma “Avalanche Day” , una data da sempre valorizzata da giornalisti e studiosi salernitani quali Eduardo Scotti, la Mostra è realizzata da Carlo Bruno e Francesco Cacciatore, è completamente digitale e ha consegnato allo spettatore documenti, foto e video provenienti dai National Archives of the United Kingdom e dell’Imperial War Museum di Londra.

Buona parte di questo materiale è stato raccolto da giovani studiosi, ricercatori , collezionisti ed associazioni in stretta collaborazione dell’Hermitage lab di Italgas e del Centro di documentazione ebraica in Età Contemporanea. Dalle fonti di Italgas provengono buona parte delle immagini inediti dei bombardamenti di Napoli ed ugualmente foto inedite d campi di concentramenti italiani, rarissimi a quel tempo, sono state rinvenute e saranno esposte. La Mostra è stata realizzata dall’Associazione Mubat che, tra i numerosi obiettivi di studio e di ricerca, mira ala costruzione di una “Casa della Memoria” che sia da stimolo per ulteriori studi anche in stretta collaborazione con Enti Locali, associazioni, centri di ricerca e riviste cultuali quale “Occupied Italy”. Inoltre, grazie alla disponibilità del Comune di Salerno, parte dei reperti sono stati esposti a Palazzo Fruscione per un un periodo di tempo limitato.

Valorizzare la storia locale è parte integrante del progetto “Avalanche Day”, nato nel 2017 grazie al supporto del Comune di Battipaglia, un progetto patrocinato dal Ministero della Cultura attraverso il Fondo Nazionale per la rievocazione storica e della Regione Campania. Il percorso virtuale della Mostra che accompagnerà i visitatori è vario: si potranno osservare documenti che testimoniano dai campi di prigionia alle città rase al suolo dai bombardamenti sino a storie di resistenza e di eroismo. A dare voce critica e storica a questo viaggio saranno i protagonisti, dallo scrittore Norman Lewis al giurista Walter Archibald Elliot a Don Arturo Carucci. Non mancheranno, inoltre,  itinerari cittadini sui luoghi dell’Operazione Avalanche e momenti di studio come quello organizzato per il giorno 9 alle ore 10 a Palazzo Fruscione con argomento l’uso delle tecnologie digitali nei Beni Culturali al quale interverranno Giovanni Pietro Vitale (Universitè de Versailles, Laura Brazzo (Centro di Documentazione Ebraica in età contemporanea) e Carlo Bruno (Regesta Exe) mentre il giorno dopo alle ore 21 si è tenuta la presentazione del volume scritto da Pasquale Capozzolo dal titolo “Guida ai luoghi dell’”Operazione Avalanche” con ospiti il giornalista Eduardo Scotti e Giuseppe Fresolone (Moa).

Entusiasta del progetto l’Assessore al turismo del Comune di Salerno Alessandro Ferrara che, nel corso della conferenza stampa tenutasi lo scorso 5 Settembre ,ha sottolineato quando una conoscenza approfondita del Passato aiuti a comprendere il presente e come Salerno sia una città sempre attenta alla valorizzazione dell’arte ed alla ricerca storica.

Da “La Città” del 6 settembre 2022

Stefano Pignataro
Sezione Cultura
Vice coordinatore nazionale Polis SA magazine

image_printDownload in PDF