Mar. Apr 23rd, 2024

Maria Sofia Ortu: “il perdono e l’altruismo rendono l’animo leggero e aprono il cuore dei nemici.”

Intervista di Nicoletta Lamberti a Maria Sofia Ortu, autrice de “Il segreto di Mattia” (Polis SA Edizioni, 2022)

“L’uomo dal saio chiaro allunga un braccio e col dito ci indica un punto preciso; all’improvviso, in direzione del suo dito si apre un varco nel muro, largo quel tanto che basta per farci passare.”

“Il Segreto di Mattia” è un libro di Maria Sofia Ortu, arricchito dalle bellissime e intense illustrazioni di Chiara Savarese, pubblicato nel 2022 nella nuova collana dedicata ai bambini “Sogni” da Polis Sa Edizioni, il cui direttore editoriale è Mimmo Oliva. Abbiamo incontrato l’autrice:

-“Ha già pubblicato con Polis Sa Edizioni nel 2021 il primo libro “Alì e il mondo sommerso”, che ha ricevuto il Premio Speciale della giuria nell’ambito della “Festa del Libro in Mediterraneo”! Un rapporto ed una collaborazione importanti con l’editore Polis Sa Edizioni che le ha consentito di pubblicare anche la sua seconda fiaba “Il Segreto di Mattia”.

“Devo ringraziare l’editore Mimmo Oliva che ha creduto da subito in me e ha proposto il mio libro ‘Alì e il mondo sommerso’ alla ‘Festa del Libro in Mediterraneo’ lo scorso anno, permettendomi così di vincere il premio speciale della giuria. Quest’anno, una nuova pubblicazione, il mio secondo libro  ‘Il segreto di Mattia’ sempre con la Polis.SA Edizioni. Con Mimmo Oliva si è creato un rapporto di collaborazione, di amicizia e di stima profonda, rapporto nato dal suo modo di essere, serio, professionale e attento alle esigenze degli autori, ma anche molto deciso nel seguire i progetti della Casa Editrice e nel regalare ai lettori pezzi di qualità.”

Il Segreto di Mattia” è una fiaba dall’elevato valore pedagogico e culturale nella quale Mattia,  ragazzino introverso, timido e sensibile, apparentemente debole, viene quotidianamente “bullizzato” da alcuni compagni di scuola prepotenti subendo numerosi soprusi nell’indifferenza degli adulti. Come in tutte le fiabe anche nel finale di questa fiaba vi è il lieto fine e la morale?

“Certamente è una fiaba e ha il suo lieto fine. Parlo del ‘bullismo’ non come esperta della materia né come psicologa o psicoterapeuta, perché non ne ho le competenze, ma semplicemente come osservatrice del problema, delle fragilità e dei disagi dei ragazzi, avendo lavorato in una scuola per 43 anni. Lei mi chiede se c’è una morale? … Dico solo ai ragazzi: la vendetta non sempre sortisce gli effetti desiderati e non ti solleva l’animo dalle mortificazioni o soprusi subiti, ma quasi sempre ti avvilisce ancora di più; invece il perdono e l’altruismo rendono l’animo leggero e aprono il cuore dei nemici.”

“Le loro immagini si frantumano come vetri e li vedo per quello che sono: quattro ragazzini impauriti, tutta la loro spavalderia e arroganza, sparite.”

-Nel suo libro troviamo la struttura tipica narrativa della favola con i suoi personaggi distinti in protagonista, Mattia, antagonisti, i c.d. bulli ed in cui si evidenzia sempre la distinzione tra male impersonato da  Nordac, con i suoi esseri mostruosi, e dall’altra il bene, Tamarù, che assume nel corso del racconto molteplici forme, tra cui un’aquila, poi le lucciole ed ancora la lucertola. Il suo libro è una Favola o una fiaba? E quali messaggi vuole trasmettere?

“Nella favola i protagonisti sono gli animali che incarnano i vizi e le virtù degli uomini e lo scopo della favola è dare un insegnamento morale. La fiaba è un racconto fantastico dove c’è una trama e dove i protagonisti sono esseri umani e personaggi fantastici, non reali e se c’è una morale può essere anche sottintesa. Il mio racconto è una fiaba dove si intrecciano le vicende di cinque ragazzi con esseri strani e fantastici. Le avventure vissute insieme insegneranno a ciascuno di loro qualcosa di importante. Il messaggio che voglio  dare, in modo particolare, ai ragazzi  timidi e sensibili, è di credere in se stessi, di non sottovalutarsi, di avere coraggio di fronte a prepotenti minacciosi e violenti, perché è proprio la paura che leggono nei vostri occhi che fa crescere la loro arroganza. Altro messaggio è quello di parlarne con gli adulti, con i genitori, con la maestra, non chiudersi nel guscio della paura e della vergogna!”

“ Ah! Che meraviglia vedere che anche Rocco il bullo, forte e prepotente, e i suoi scagnozzi hanno paura e si dibattono piangendo come vermiciattoli: che soddisfazione per me! E io che credevo che fossero invincibili. Sono solo un bluff, giocano sulla paura degli altri per sentirsi forti. –“

Le immagini sono particolari delle IIlustrazioni di Chiara Savarese

 Potrete ordinare il libro presso il sito dell’editore cliccando sul link: Il segreto di Mattia

Maria Sofia Ortu è nata a Napoli 66 anni fa e vive ad Ariano Irpino. Da un anno in pensione, ha svolto per 43 anni il lavoro di assistente amministrativo nella scuola.  Ha partecipato a diversi concorsi letterari; è stata premiata nell’ambito del 3° Concorso di poesia in lingua e vernacolo ‘Bernarducci – Lorenzetti’, Città di Terni 1997; una sua poesia, ‘Amanti’, è stata inserita nell’antologia ‘L’Amore e il tempo’ di Ibiskos Editrice; altre due poesie, invece, ‘L’attesa’ e ‘Ricordi’,  sono state inserite nell’antologia ‘Sottovoce’ della casa editrice ‘Pagine’. Nel 2021 con Polis SA Edizioni ha pubblicato “Alì e il mondo sommerso“, vincitore del Premio Speciale della Giuria “Costa d’Amalfi libri-2021”

Articoli Correlati:
“IL SEGRETO DI MATTIA”, IL NUOVO LIBRO DI MARIA SOFIA ORTU

Nicoletta Lamberti
Vice Coordinatore nazionale Polis SA magazine Coordinatrice Redazioni

image_printDownload in PDF