Mar. Lug 23rd, 2024

Concorso per 100 assistenti parlamentari alla Camera dei Deputati: i requisiti e come fare domanda

Opportunità per entrare in PA. Richiesti diploma di istruzione secondaria di secondo grado ed età non superiore ai 40 anni

Oggi la Pubblica amministrazione è il principale datore di lavoro del Paese, con oltre tre milioni di dipendenti all’attivo, ma in molte pa, il problema è noto, le retribuzioni risultano essere poco attrattive, soprattutto quando si tratta di reclutare profili con elevate competenze o giovani talenti. In questi casi il privato, infatti, ha gioco facile, e di solito riesce ad accaparrarsi i migliori professionisti. Ci sono però delle eccezioni. E i posti da assistente e consigliere parlamentare alla Camera sono tra queste. I due bandi della Camera sono stati pubblicati all’inizio di gennaio e per fare domanda c’è tempo fino al 26 del mese corrente.

REQUISITI

Ma quali sono i requisiti richiesti per poter partecipare alle prove? Il concorso per assegnare i 100 posti da assistente parlamentare è riservato ai diplomati: possono iscriversi infatti i cittadini italiani con un’età non superiore a 40 anni e un diploma di istruzione secondaria di secondo grado. Il limite di età è fissato invece a 47 anni per accedere al concorso da consigliere ed è richiesta la laurea. Tuttavia, per i candidati già dipendenti della Camera dei Deputati non vale il requisito dell’età. L’esame per diventare assistente parlamentare prevede una prova preselettiva, due prove scritte e una orale. Salgono a sei le prove che un candidato deve superare per conquistare il posto da consigliere: una preselettiva, quattro scritte e una orale.

STIPENDI

Tornando alle retribuzioni (d’oro) di assistenti e consiglieri parlamentari della Camera dei deputati, i primi come detto all’inizio guadagnano intorno ai 38 mila euro all’anno mentre i secondi circa 70 mila euro.

LA PROGRESSIONE

Dopo dieci anni di servizio lo stipendio di un assistente lievita fino a raggiungere quota 53 mila euro, per poi aumentare ulteriormente, a 85 mila euro dopo il ventesimo anno di presenza in ufficio, e a 113 mila euro dopo il trentesimo. Un consigliere parlamentare percepisce all’ingresso una retribuzione pari a 70mila euro annuali, che dopo 20 anni di servizio diventano più di 180 mila lordi e dopo 30 toccano quota 240 mila euro, sempre lordi. Gli assistenti parlamentari svolgono prevalentemente mansioni di vigilanza, tecniche e manuali.

DOMANDE

Garantiscono e presidiano l’apertura di Montecitorio, provvedono al controllo dei varchi e all’accoglienza dei visitatori, e assistono la presidenza, gli onorevoli e gli uffici durante lo svolgimento delle sedute, comprese quelle delle varie commissioni. I consiglieri invece dirigono gli uffici e le altre strutture in cui si articola la Camera, fornendo assistenza giuridica e tecnica agli eletti. Per candidarsi ai due concorsi in arrivo è necessario essere in possesso di un’identità digitale e di una Pec. Per entrambi i profili professionali, i candidati potranno scegliere di sostenere anche una prova orale facoltativa, oltre a quelle già previste, sulla conoscenza di un’altra lingua straniera tra quelle ricercate 

Paolo De Leo

image_printDownload in PDF