Mar. Mag 28th, 2024

‘Accabadora’ di Michela Murgia: un’immersione tra parola e musica a Quartu Sant’Elena (CA)

La Casa di Suoni e Racconti porta sul palco il celebre romanzo in una performance unica che mescola arte e cultura

La Casa di Suoni e Racconti continua a offrire emozionanti esperienze culturali con la diciassettesima edizione della Rassegna di Spettacolo tra Parola e Musica – SIGNIFICANTE, quest’anno intitolata MUTOS. Dopo i successi ottenuti a Cagliari, la rassegna fa tappa a Quartu Sant’Elena, portando con sé un evento unico che celebra la letteratura sarda e la sua connessione con la musica.

Il prossimo venerdì 23 Febbraio 2024 alle ore 20:00, l’Antica Casa Olla di Quartu Sant’Elena (Via Eligio Porcu, 29) si trasformerà in un palcoscenico per Accabadora di Michela Murgia. Questo concerto narrativo, curato dal Living Canvas e dal musicista Andrea Congia, offrirà una nuova prospettiva su uno dei romanzi più iconici della letteratura sarda recente.

Accabadora di Michela Murgia: Un racconto di vita, morte e amore

Accabadora è un termine sardo che evoca un’antica figura femminile, quella di colei che “finisce”. Ma il gesto dell’accabadora è più complesso di un semplice atto di fine vita; è un atto di compassione, di amore, di rispetto per il destino. Ed è proprio questo complesso intreccio di emozioni e significati che il concerto narrativo si propone di esplorare.

Accabadora: Tra mito e realtà

L’Accabadora è stata un’antica figura presente nella tradizione sarda, una donna incaricata di porre fine alle sofferenze dei malati terminali. La sua figura è avvolta da un alone di mistero e fascino, sospesa tra il mondo terreno e quello ultraterreno. Al di là della sua funzione pratica, l’Accabadora incarnava un ruolo sociale e spirituale, agendo con compassione e rispetto per il destino.

Nel romanzo di Michela Murgia, l’Accabadora diventa il fulcro di una storia ricca di significati. Maria, la protagonista, cresce accanto a Bonaria, un’accabadora che la adotta e le insegna il valore della vita e della morte. Attraverso gli occhi di Maria, il lettore esplora la complessità di questo mondo, confrontandosi con il senso della perdita, della redenzione e dell’amore.

Un viaggio nell’anima della Sardegna

Il concerto narrativo Accabadora promette di trasportare il pubblico in un viaggio sensoriale attraverso le pagine del romanzo. Le voci del Living Canvas, accompagnate dalle chitarre di Andrea Congia, daranno vita alle atmosfere suggestive e coinvolgenti della Sardegna rurale. Ogni nota, ogni parola, sarà un invito a immergersi nel cuore pulsante dell’isola, tra le sue tradizioni millenarie e le sue leggende avvolte nel mistero.

L’eredità di Michela Murgia

Michela Murgia, autrice di “Accabadora”, ha lasciato un’impronta indelebile nella letteratura italiana contemporanea. Attraverso le sue opere, ha saputo narrare la Sardegna con una voce autentica e potente, portando alla luce le sue contraddizioni, le sue meraviglie e le sue sfide. Il concerto narrativo è un omaggio alla sua opera, un modo per celebrare il suo talento e la sua capacità di raccontare storie che toccano l’anima.

Una performance unica tra parola e musica

Il concerto narrativo Accabadora vedrà sul palco le voci del Living Canvas, composto per l’occasione da Anna Brotzu e Giorgia Sarigu, accompagnate dalle chitarre di Andrea Congia. Questi artisti si uniranno per dare vita alle atmosfere del romanzo di Michela Murgia, trasportando il pubblico in un viaggio emozionale attraverso la Sardegna e le sue tradizioni.

L’ingresso allo spettacolo sarà libero, ma è consigliabile prenotare al numero 3453199602 per assicurarsi un posto. Non perdete l’opportunità di vivere questa straordinaria esperienza culturale, che unisce letteratura e musica in un connubio unico.

Prossimi appuntamenti e sostegni

La rassegna SIGNIFICANTE proseguirà con altri appuntamenti imperdibili, tra cui uno spettacolo dedicato a Miele Amaro di Salvatore Cambosu. L’evento è organizzato dall’Associazione Culturale Il Formicaio in collaborazione con la Casa di Suoni e Racconti, e gode del patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna, della Città Metropolitana di Cagliari e del Comune di Quartu Sant’Elena.

Per ulteriori informazioni e contatti, potete visitare il sito web www.traparolaemusica.com o seguire la pagina Facebook all’indirizzo https://fb.me/e/1ONEWF9YE.

Un’ occasione di scoprire la magia della letteratura sarda attraverso la musica e l’arte.
[In copertina foto di Alessandro Fau]

Antonello Rivano
Direttore di redazione/coordinatore nazionale Polis SA Magazine



image_printDownload in PDF