Lun. Mag 17th, 2021

PROTEINE DI CREATIVITÀ. “Racconto di Pasqua”

In un giorno di primavera, sulla cima di una montagna, si incontrarono i quattro elementi della Terra.

Il primo disse:

«Io sono l’acqua, disseto ogni creatura vivente e riempio il mare e gli oceani. Mi chiamano con tanti nomi: fiume, ruscello, cascata, canale, lago e quando arrivo dal cielo, pioggia è il mio nome!»

«Io sono l’aria» disse il secondo «nessuno mi può vedere, ma sono nel respiro di tutti!»

Ed il terzo aggiunse:

«Io sono il fuoco, divampo, brucio, con me si può cuocere e cucinare e quando c’è da riscaldare resto sempre acceso. Sono di buona compagnia e so essere anche romantico quando brillo alla luce di una candela o in un caminetto scoppiettante.»

Infine, prese la parola l’ultimo elemento:

«Io sono la terra e questa montagna dove ci siamo riuniti è la mia schiena. Porto il peso di tutti e ogni giorno mi lascio calpestare dagli uomini e dagli animali. Nutro le creature viventi e non dico mai no a nessuno!»

All’improvviso una vocina si fece largo tra gli elementi:

«Io sono il quinto elemento: sono un Bambino! Ho bisogno di voi Acqua, Fuoco, Aria, Terra per Vivere e voi di me … per un futuro migliore».

La Primavera, che stava giocando con i petali di un fiore, sorrise: la Rinascita era sbocciata nel cuore puro di un bambino!

Lucia Quaranta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *