Sab. Apr 17th, 2021
5 sensi in cerca di autore

Cinque sensi in cerca d’autore…

La gioia di sentire pronunciare sillabe e vocali, vedere il proprio figlio spegnere la candelina del primo compleanno

Ha imparato a camminare, conosce i versi degli animali, batte le mani perché è contento, sa soffiare sulla candelina, ha scoperto i cinque sensi…

Proteina creativa di Lucia Quaranta

“PA-PA-PA,    MA-MA-MA…”

“Come fa il cane? Soffia sulla candelina…”

“Bravo!!! Batti le manine…”

Queste sono solo alcune delle bizzarre, simpatiche espressioni verbali che accompagnano i primi anni di vita di quasi tutti i bambini. La gioia di sentire pronunciare sillabe e vocali, vedere il proprio figlio spegnere la candelina del primo compleanno manda in visibilio i genitori. Dopo i primi passi mossi tra paroline più o meno sensate, versi di animali, “corri ad abbracciare la mamma o il papà”, assieme ai quattro elementi, per il piccolo, arriva anche il momento di scoprire i cinque sensi.

La pastina mangiata con le mani svela il tatto, il nasino immerso nel borotalco o in un fiore svela l’odorato, il volteggiare delle farfalle e degli elicotteri appesi sulla culla stimolano la vista, il passato di verdure il gusto che, nella maggior parte dei casi, nei bambini diventa disgusto; il campanello della porta che accompagna i genitori a casa, poi, è il suono che piace di più alle orecchie di un bambino.

Che bravo questo bambino!

Ha imparato a camminare, conosce i versi degli animali, batte le mani perché è contento, sa soffiare sulla candelina, ha scoperto i cinque sensi, poi l’acqua con cui bagnarsi, il fuoco della candelina, la terra con cui sporcarsi e quando arriva il vento il bambino sa bene che è il momento di indossare il cappellino.

Con tutte queste conquiste il piccolo giovanotto è finalmente pronto a ricevere il suo primo smartphone.

Uno di quelli sicuri, s’intende, solo con video-guida alla scoperta dei suoni, dei numeri, della natura, accessoriato di app con giochi e quiz educativi, perché la sicurezza è la prima cosa!

Un telefonino, tuttavia, che risulta essere molto comodo anche quando si torna a casa stanchi dal lavoro, quando i genitori sono impegnati in una conversazione al cellulare con un’amica o con un collega, un cellulare che si rivela perfetto perfino quando si pranza al ristorante.

Il bambino, infatti, intento a seguire il video di turno sta fermo, zitto, non si guarda nemmeno intorno, non ascolta ciò che gli altri commensali dicono, mangia senza sapere neanche cosa stia mettendo in bocca, in poche parole il bambino è sistemato ed il pranzo al ristorante con parenti o amici è salvo!

Tutti felici e contenti ci si mette in auto per ritornare a casa. Il papà alla guida, la mamma al suo fianco. Il bambino, invece, viene accomodato sul sedile posteriore nel suo seggiolino progettato con l’applicazione delle più recenti soluzioni tecnologiche di protezione dagli impatti laterali. dotato del sistema di chiusura della cintura, di sistema di aggancio al sedile; insomma il bambino così organizzato può fare un viaggio anche sulla luna.

5 sensi in cerca d'autore
Foto di Rhonda Jenkins da Pixabay –

Se c’è troppo sole lo si protegge con una bella tendina parasole posizionata sul finestrino, gli si consegna il telefonino tra le sue piccole mani, il papà mette in moto e via. Dietro lo schermo del cellulare e della tendina parasole vanno via assieme al cielo anche gli alberi, il volo di qualche uccello, il passaggio di nuvole erranti.

Non si ode il soffio del vento, il calore del sole sul viso che costringe a strizzare gli occhi, non si vedono persone né auto, tantomeno le insegne luminose dei negozi e della strada. Nessuna domanda, nessuna esclamazione. La mamma si volta indietro per controllare se è tutto tranquillo e sicuro.

Il bambino si è addormentato, tra le piccole mani il cellulare continua a mandare le immagini della cagnolina virtuale parlante, mentre il cielo, quello vero, rimasto fuori dall’auto dietro la tendina non aspetta altro di poter vedere il sorriso di quel bimbo che, con occhi curiosi ed il naso all’insù, guarda l’infinito giocare con il volo dei gabbiani.

Lucia Quaranta

Altre Proteine Creative già pubblicate: https://www.istitutogalanteoliva.it/magazine/?s=Proteine+Creative+

foto copertina di press 👍 and ⭐ da Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *