Dom. Mag 26th, 2024

Il Ponentino-N°3

N°3 del 26/11/2021. Periodico online di informazione di Pegli e del Ponente, allegato a Polis SA Magazine. A cura di PSAM-Redazione Liguria e Circolo Culturale Norberto Sopranzi Pegli.
redazione.ilponentino@gmail.com

Pages: 123456 7 89101112131415

Incontri

Ritorna la tradizionale visita dei Carlofortini a Pegli

Foto di Gruppo dopo la funzione della Santa Messa Solenne celebrata presso la Chiesa di S.Maria Immacolata e S.Marziano di Pegli

Incontri: Ritorna la tradizionale visita dei Carlofortini a Pegli
Dopo lo stop di un anno, dovuto all’emergenza Covid, ritornano i tradizionali incontri con la comunità tabarchina di Carloforte, in occasione della festività della Madonna dello Schiavo patrona della comunità carlofortina.

La tradizionale Santa Messa Solenne celebrata nella Chiesa di S.Maria Immacolata e S.Marziano, dove si custodisce la riproduzione del simulacro donata da Carloforte nel 1967, ha visto la partecipazione di numerosi pegliesi che si sono raccolti in preghiera assieme ai fratelli carlofortini.

Nutrita la rappresentanza istituzionale che, oltre al Sindaco di Genova Bucci, ha visto la presenza del Presidente del Municipio VII-Ponente Claudio Chiarotti, dell’assessore al commercio del Comune di Genova Paola Bordilli, il Consigliere del Comune di Genova Mauro Avvenente, l’assessore all’urbanistica e al turismo del Municipo VII-Ponente Matteo Frulio.

Presenti anche i presidenti delle Pro Loco di Pegli, Milly Pastorino e di Carloforte Gianni Repetto, che ha donato al Sindaco di Genova la riproduzione di una stampa di Carloforte antica e una pubblicazione sul periodo di schiavitù dei carlofortini. La parrocchia San Carlo Borromeo di Carloforte, nella figura del parroco don Andrea Zucca che ha concelebrato la Santa Messa, ha donato al Sindaco una ceramica con l’effige della Madonna dello Schiavo. Alla messa dell’Immacolata era presente il priore dell’ Arciconfraternita di San Naziario e Celso di Multedo, Emanuele Montaldo, l’Arciconfaternita ha storicamente legami profondi con la comunità tabarchina e negli ultimi tempi sono stati ancor più rinsaldati

Foto di gruppo presso l’Oratorio dei SS. Nazario e Celso Di Multedo

In mattinata la delegazione di Carloforte aveva partecipato alla celebrazione presso l’oratorio di San Nazario e Celso di Multedo, la cui arciconfraternita a Carloforte aveva, lo scorso mese nell‘Isola di San Pietro, consegnato ai Cristezzanti di Carloforte il Cristo processionale interamente realizzato in Liguria.

Nella foto di sinistra Il priore Emanuele Montaldo con il Parroco di Carloforte e quello di Multedo ed Efisio Napoli, in rappresentanza dei Cristezzanti di Carloforte, in quelle di destra momenti della vista dei Carlofortini all’oratorio di Multedo.


I Carlofortini hanno cosi potuto apprezzare i lavori di restauro, giunti alle battute finali. fatti per ridare l’antica bellezza agli affreschi che adornano l’oratorio di Multedo.



Così descrive l’evento il Priore dell’Arciconfraternita dei SS.Nazario e Celso, Emanuele Montaldo:

Domenica 21 novembre una parte della comunità di Carloforte, con la PRO-LOCO guidata da Gianni Repetto , accolta dalla Confraternita, dal Comitato di Quartiere, dal Circolo e dal parroco Padre Giuseppe, ha visitato l’Oratorio dei SS. NAZARIO e CELSO appena “liberato” dai ponteggi. Al termine della Messa concelebrata dal parroco di San Carlo in Carloforte don Andrea, abbiamo rivissuto con Efisio Napoli la consegna della foto donata dal gruppo Cristezzanti Carloforte alla ns. Confraternita in occasione della consegna del Cristo Tabarkino. Alla visita hanno partecipato numerose persone della PRO-LOCO di Pegli, con l’attivissima Milly Pastorino e le principali autorità, dal consigliere comunale Mauro Avvenente , dal nostro Municipio VII Genova Ponente , con il Presidente Claudio Chiarotti ed il ns. Assessore Matteo Frulio . Ringrazio infine le nostre Signore che hanno predisposto il rinfresco con la focaccia dei CIOI Michela Bruzzone e le torte di Marina Fassone

Quella di Domenica è stata l’ennesima testimonianza dei contatti tra le comunità di Pegli e Carloforte che da anni si muovono su più fronti: istituzionali, religiosi, culturali: contatti che spessissimo sfociano in rapporti interpersonali di grande amicizia, a rimarcare una “continuità” che non teme nè tempo ne distanze.

Antonello Rivano
Direttore di redazione/coordinatore nazionale Polis SA Magazine



Per condividere l’articolo copia e incolla il link

https://tinyurl.com/355faw5f

Pages: 123456 7 89101112131415

image_printDownload in PDF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *