Il Parco “romantico” di Villa Durazzo Pallavicini

Parco a tema di ispirazione romantica, progettato dall’architetto Michele Canzio, scenografo del Teatro “Carlo Felice” di Genova e dal marchese Ignazio Alessandro Pallavicini, padrone di casa, mecenate, Senatore a vita. L’opera, terminata nel 1846, fu donata dalla vedova dell”ultimo discendente di quella famiglia, nel 1928 al Comune di Genova.

Il parco di Villa Pallavicini, a Genova Pegli, è Considerato uno dei parchi romantici più originali del mondo. Nel 2017 è stato nominato “Parco più bello d’Italia”.

-Il video realizzato da W.G.Cavallo-

Di G.Walter Cavallo

Parco a tema di ispirazione romantica, progettato dall’architetto Michele Canzio, scenografo del Teatro “Carlo Felice” di Genova e dal marchese Ignazio Alessandro Pallavicini, padrone di casa, mecenate, Senatore a vita. L’opera, terminata nel 1846, fu donata dalla vedova dell”ultimo discendente di quella famiglia, nel 1928 al Comune di Genova.

-Parco Villa Pallavicini-Il Castello del Capitano

A 170 anni dalla sua prima inaugurazione, esattamente il 23 settembre 2016, il parco è tornato visitabile in tutto il suo percorso.

-Parco Villa Pallavicini-Tempio di Flora

Un itinerario composto da scenografie legate l’una a l’altra da una traccia narrativa: il Viale Classico, la Coffee House, l’Arco di Trionfo, la Casa dell’Eremita, le Grotte, il Lago Grande con la Pagoda Cinese, il Tempio di Diana, il Ponte Romano, i Giardini di Flora, il Gazebo delle Rose. Il tutto in una pittoresca realizzazione paesaggistica meticolosamente composta nei suoi elementi architettonici e vegetali e ordinata secondo un preciso percorso dai contenuti esoterici.

-Parco di Villa Pallavicini-Viale delle camelie (particolare)-

Non mancano esemplari vegetali di grande pregio botanico-paesaggistico: la monumentale canfora affiancata al cedro del Libano posti a margine del lago, la collezione di palme esotiche, l’araucaria e il sughero secolari, la rosa banksia e il lauroceraso; in particolare spicca tra tutte la collezione di antiche camelie, alcune delle quali ultracentenarie, che ogni primavera costituisce una vera attrazione con la sua particolare fioritura.

Siamo di fronte ad un museo a cielo aperto di pregevole fattura che ancora oggi “parla” al visitatore.

Considerato uno dei parchi romantici più originali del mondo, nel 2017 il parco di Villa Durazzo Pallavicini è stato consacrato vincitore, come “Parco più bello d’Italia”, nella categoria parchi pubblici, della XV edizione del concorso promosso dal network ilparcopiubello.it, che premia le più incantevoli bellezze verdi italiane.

Certamente unico esemplare pubblico del suo genere in Europa, è visitabile pagando un biglietto d’ingresso.

www.villadurazzopallavicini.it  010 8531544
info@villadurazzopallavicini.it  FB Villa Durazzo Pallavicini

Scrivendo un saggio sulla vita del Marchese/Senatore a vita Ignazio A. Pallavicini ho scoperto la bellezza di questo parco storico e sto cercando di farlo conoscere anche tramite questo modesto video.

G.Walter Cavallo

Contatti: redazione.polissamagazine@edizionipolis.it

Seuigi anche su :
Twitter Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *