Storia

La storia ci appartiene, costituisce la base di tutti noi, anche di coloro che non la conoscono, persino delle persone che la ignorano. Noi siamo la storia. Questo magazine non poteva, dunque, tralasciare una rubrica tanto importante, composta dai migliori articoli dei nostri collaboratori, che hanno desiderato lasciare un segno, un ricordo, una testimonianza di ciò che li ha preceduti e di ciò che stanno vivendo. La storia non è meramente un insieme di nomi e date; è comprendere cosa c’è dietro quel momento e chi era effettivamente quel nome, cosa ha fatto, come ha agito e, quindi, in che maniera ha scritto un capitolo di ciò che noi ora stiamo affrontando. Passato, presente e futuro non sono che attimi di uno stesso tempo, periodi imprescindibili gli uni dagli altri, sfondi in cui noi attori recitiamo una parte, a volte consapevolmente, spesso inconsciamente. Gli articoli che leggerete di seguito sono lampi che illuminano un cielo denso, squarci di luce che evidenziano un fatto piuttosto che un altro, tramite la conoscenza e la sensibilità di chi li ha scritti. Potrete concordare con le idee espresse o rifiutare i vari punti di vista riportati, ma sicuramente non potrete non apprezzare la volontà di denuncia e l’utilità della dichiarazione storica. Le righe che seguono fissano avvenimenti di varia natura, politica, sociale o documentaristica, rendendo eterna la circostanza narrata e facendola appartenere, appunto, alla storia. Entrate anche voi nella storia, insieme a noi.

Editoriale

di Mimmo Oliva

Morire a 10 anni per Tik Tok

Dopo il caso della bimba di Palermo, il Garante privacy dispone il blocco del social. l’Autorità ha deciso l intervento al fine di assicurare immediata tutela ai minori iscritti al...

Bang, in attesa del firing day

Cosa sta succedendo nel mondo del lavoro, tra la gente e con la gente? di Mimmo Oliva Qualche tempo fa avevo percepito come una sorta  di lavoro a due tempi:...

Ciao Gigi, grazie!

"Però ‘n se fa così, tutto de botto.Svejasse e nun trovatte, esse de colpo a lutto." di Marco Caruso La sera del primo novembre durante il telegiornale della sera era...

Visione futura zero

Senza strategia e senza alcuna visione non andiamo da nessuna parte e oggi in Italia non vi è classe dirigente che possa garantirci questo.  E come volevasi dimostrare siamo arrivati...